Politiche

 
Questa sezione si intitola “Politiche” perché si rivolge a quel vasto ambito rappresentato dalle pratiche di mediazione. Se si volesse utilizzare l’espressione “arte sociale” questo sarebbe l’ambito più appropriato.
Prendere una decisione è un processo complesso, altrettanto quanto comprendere esattamente la posizione di potere in cui si è collocati rispetto agli altri. Molto spesso tutto ciò è lasciato all’intuito personale o, nel peggiore dei casi, è il risultato di combinazioni casuali di forze e direzioni.
Soprattutto nel caso del processo di delibera il rischio è quello di trovare quello che si cercava fin dall’inizio, cosa che vanifica il reale processo di ricerca e condivisione degli ambiti d’azione.
La pluralità degli sguardi è l’antidoto all’unilateralità; la costruzione di un reale spazio di confronto e condivisione mette al riparo l’organizzazione da improprie assunzioni di responsabilità e limita gli errori di gestione.
In taluni casi le riunioni e gli incontri si moltiplicano, generando dispersione di forze e mortificazione delle volontà. Una buona gestione delle collegialità mantiene in equilibrio efficienza e socialità.

Ambiti di intervento
Economia delle riunioni
Teoria e pratica della decisione
Partecipare, consultare e deliberare
Gestione del conflitto:

Cliniche
Il conflitto: Analisi, identificazione delle cause e mediazione
La decisione: Analisi delle intenzionalità e delle motivazioni
Processi di inclusione ed esclusione: Analisi delle volontà manifeste e nascoste

Obiettivi
Costruzione di un’etica della gestione dell’organizzazione

Destinatari
Gruppi decisionali, management