“Ho avuto modo di partecipare a delle sessioni di pratiche filosofiche e di avvalermi di una serie di consulenze filosofiche personali. Devo dire che sia l’una che l’altra, al di là della curiosità per la novità, “hanno suscitato in me un vero interesse. Un lavoro di autoconsapevolezza, di ricerca, di visione di parti di sè mai “vissute e umanizzate”. Con questo tipo di lavoro capisci che in fondo niente è negativo, che quello che tu credi essere un problema può essere trasformato in talento, talento da usare per se stessi e per gli altri. Impari ad a apprezzare finalmente la “libertà” di essere se stessi, di avere si una strada, per certi versi tracciata, ma che “tu” puoi, in piena consapevolezza, deviare verso una nuova prospettiva. Essere, in piena libertà e coscienza, in cammino verso una vera dimensione dell’umano, nel senso etimologico del termine.”
Margherita

“Direi che tutti gli incontri effettuati con il dott. Di Grazia sono estremamente stimolanti. seppur la mia esperienza in materia era nulla, si è reso semplice il seguire e partecipare e non da ultimo l’utilizzo delle materie svolte come crescita personale, e grande aiuto nello sgombero dei pensieri non costruttivi … sinceramente ringrazio”
Patrizia

“Ho partecipato ad una sessione di pratiche filosofiche con il dott. Di Grazia e il dialogo che si è sviluppato in seno al gruppo è stato stimolate ed interessate, dialogo che mi ha condotto a nuovi spunti di riflessione e di esplorazione di idee e di pensieri. E’ stata un’esperienza che mi ha arricchito sia dal punto di vista conoscitivo che da quello delle relazioni umane.”
Anita

“Coinvolgente iniziativa dialettica di speculazione filosofica con punti molto introspettivi. Buona maestria del docente che con domande mirate e talvolta ficcanti riesce a trarre spunti di considerazione individuale sull’argomento di dibattito. Molto spesso l’ allievo riesce così ad effettuare una personale psico/seduta di confronto,appagante e liberatoria del pensiero individuale e sociale,molto positiva.”
Roberto

“Ho seguito vari seminari di pratiche filosofiche con Alessandro Di Grazia e per alcuni mesi ho svolto con lui anche un lavoro individuale; quest’ultima modalità è stata per me molto proficua. Attraverso il dialogo si è messo in moto un processo di autoconoscenza che mi ha consentito di entrare in contatto con quelli che erano in quel momento i miei desideri più reali. Ho potuto e voluto smascherarmi dando un nome preciso ai miei sentimenti, facendo chiarezza sul mio rapporto con la realtà e con me stessa.
Mi piace pensare che il dialogo con il consulente assomigli a quello con un amico: si tratta di un amico specialissimo che mette in gioco le sue conoscenze filosofiche e dell’uomo volgendo il discorso nella direzione più feconda, con lucidità e fermezza, disvelando il cuore delle questioni e accogliendo al contempo l’altro con umanità, sensibilità e delicatezza. E’ un’esperienza che auguro vivamente a tutti.”
Francesca

“In antico, un cavaliere non poteva definirsi tale se oltre all’esercizio delle armi e dello scontro sul campo, non si era preso la briga di istruirsi anche nel servir messa, nella lingua latina, e nel ballare la gavotta. Credo che l’uomo d’ oggi, che ambisca davvero al titolo di “pensatore”, debba cimentarsi nell’incontro e nel confronto col pensiero altrui. Il Laboratorio di Alessandro D.G. è quel che meglio può esprimere questa occasione. Lavorare su un tema scelto e condiviso; ascoltare quanto gli altri hanno da dire in merito, ed esporre la propria opinione nel modo più garbato e disponibile. Si impara a tacere, attendere il momento giusto per intervenire, s’impara a non voler sopraffare, si impara a dimenticare il comune per amore del tema e per rispetto degli altri. Questo è quel che Alessandro cerca di offrire nei vari seminari del Laboratorio di Filosofia Pratica e gliene sono grato.”
Linus